Abbiamo definito un format dal titolo RACCONTI DEL CONTEMPORANEO.

Questo progetto nella nostra idea di fondo non vuol essere unicamente un festival o una kermesse, ma uno spazio d’incontro dedicato alle innovazioni artistiche e culturali. Dove partendo da una mostra di respiro internazionale si realizzano decine di eventi ispirati all’immaginario dell’artista ospitato.

Un modo diverso e vivace per far “dialogare” arte e territorio, sensibilità culturali tradizionali e sguardi culturali innovativi.

La prima edizione di RACCONTI DEL CONTEMPORANEO è cominciata nel 2016 con l’esposizione di Dino Pedriali dedicata a Pier Paolo Pasolini (con la presenza di oltre quattromila visitatori). È continuata nel 2017 con la mostra di Marco Gallotta (con la presenza di oltre cinquemila visitatori) e quest’anno a Palazzo Fruscione sarà la volta di Maurizio Savini.